7 consigli per allenarti alla felicità

443
ragazza felice

Ognuno ha una personale idea di Felicità ed ognuno può creare il proprio Happiness training quotidiano, ovvero il proprio allenamento alla felicità.

Cercando il termine Felicità sul vocabolario (o in rete) troverai come prima definizione “Stato d’animo di chi è sereno, non turbato da dolori o preoccupazioni e gode di questo suo stato”.

Concorderai sul fatto che la felicità sia quell’insieme di emozioni positive che si provano quando si raggiunge un obiettivo, o quando quella cosa che tanto desideravi accade.
Pensa alla Felicità come ad un Atteggiamento da Allenare.
“Ok”, potresti dire, “Atteggiamento positivo da allenare… La fate facile voi coach… per me è impossibile, impensabile…”

Inizia a sentirti come un “Atleta della felicità”, esercitandoti con costanza e determinazione ti accorgerai che diventa sempre più semplice e naturale.

È come quando ci si allena in palestra, nella corsa, o semplicemente riprendendo l’attività fisica: dopo qualche tempo, ci saranno giornate in cui anche il più perseverante degli atleti non ne ha voglia. Capita!

Ma questo lo porta comunque a continuare ad allenarsi per il suo obiettivo. Corretto?

È la stessa cosa per la Felicità: l’allenamento costante alla Felicità aiuta a farla entrare nella tua vita esercizio dopo esercizio.

7 consigli per allenare la felicità

Negli ultimi decenni sono stati condotti numerosi studi sulla Felicità e sui benefici che un atteggiamento positivo può apportare nei diversi ambiti della nostra vita, tanto da essere argomento di corsi di formazione in ambienti molto diversi tra loro come, ad esempio, aziende ed aule scolastiche.

Shawn Achor, ricercatore e docente ad Harward di fama internazionale, nel suo libro “Il Vantaggio della Felicità” porta alcuni esempi di come alzare il livello e migliorare il nostro stato d’animo durante la giornata, così da porre il focus sul momento presente e migliorare la nostra performance. Ecco cosa dice::

  1. Medita
    È sufficiente porre l’attenzione al respiro per 5 minuti, con pazienza e concentrazione, su quanto stai facendo quando la mente cercherà di distrarti.
  2. Trova qualcosa da attendere con impazienza
    Segna sul calendario, o sull’agenda del tuo smartphone, qualsiasi evento piacevole, anche se la sua realizzazione non sarà nell’immediato. In questo modo, l’attesa e il pensiero di questo avvenimento attiveranno i centri del piacere del cervello aumentando i livelli di endorfine. “L’attesa del piacere è essa stessa un piacere” scrisse il filosofo e scrittore tedesco Gotthold Ephraim Lessing. Frase ripresa, successivamente, in un vecchio spot pubblicitario di un famoso yogurt, ricordi?
  3. Compi atti di gentilezza consapevoli
    Si tratta di scegliere consapevolmente piccoli gesti di altruismo durante la giornata, cioè pensati e scelti poco prima di compierli. Ad esempio, decidere di aiutare una persona anziana che vedi in difficoltà ad attraversare la strada, oppure decidere di pagare un “caffè sospeso” al bar (cioè lasciare un caffè pagato per una persona sconosciuta che lo chiederà quando sarai uscito dal locale).
  4. Trasmetti positività intorno a te
    L’ambiente in cui viviamo impatta sul nostro benessere, sul nostro modo di pensare e di agire. Pur non potendolo controllare, puoi impegnarti ad alimentare e diffondere un atteggiamento positivo in ciò che ti circonda.
  5. Fai esercizio
    L’attività fisica costante, oltre alla produzione di sostanze chimiche come le endorfine, contribuisce al miglioramento dell’umore, riducendo stress ed ansia.
  6. Spendi i soldi (ma non comprare cose)
    L’acquisto di oggetti materiali produce delle emozioni positive effimere, talvolta frustranti. Al contrario, emozioni positive durature e significative si otterranno impiegando i tuoi soldi per vivere delle esperienze (meglio se condivise)
  7. Metti in pratica un tuo punto di forza
    Ognuno è bravo in qualcosa (suonare uno strumento, scrivere, cucinare). Ogni volta che si mette in pratica un’abilità si generano emozioni positive. Pensa all’effetto amplificato che ne trarrai mettendo in pratica un tuo punto di forza!

Questi sono alcuni esempi di workout per l’atteggiamento positivo: proprio perché siamo esseri unici e speciali, ognuno troverà il metodo più adatto a sé per rendere efficace il proprio Happiness training quotidiano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here