Adolescenza e sfide, come trascorrere al meglio l’estate con i figli

251
adolescenti

L’adolescenza è un periodo di ridefinizione dei confini. Un periodo in cui tutto viene messo in discussione dentro e fuori di sè.

L’estate diventa così un momento per stare insieme a loro per conoscerli meglio, comprenderli e seguirli nel loro viaggio verso l’età adulta.

Lo spirito ribelle degli adolescenti ed il ruolo dei genitori

Negli adolescenti lo spirito “rivoluzionario” regna sovrano orientando i loro pensieri, emozioni e comportamenti verso tutto ciò che è sconosciuto e rischioso, verso il divertimento con gli amici e le novità. Vivere tutto questo è fondamentale per il passaggio evolutivo, per l’acquisizione delle conoscenze e competenze necessarie per affrontare le sfide della vita.

Gli adulti di riferimento hanno, quindi, il compito fondamentale di assecondare l’istinto ribelle dei ragazzi, la loro voglia di evasione e libertà moderandoli e contenendoli quando sono fuori controllo.

La mancanza di questo importante argine di contenimento e orientamento da parte degli adulti può portare a pensieri sabotanti, emozioni altalenanti, azioni estreme, difficoltà di relazione con conseguenti esiti disastrosi per il ragazzo e la famiglia.

L’arduo compito, per adulti e ragazzi, è reinventare le sfide, i “riti di passaggio”, rendendoli ecologici e utili a soddisfare il bisogno di gratificazione, accettazione e riconoscimento dell’adolescente.

Rendere costruttive queste sfide è importante per dare ai ragazzi la possibilità di acquisire le competenze necessarie per comprendere l’importanza di credere in se stessi e di trovare il proprio scopo per vivere una vita di successo.

Anziché preoccuparci di cosa può accadere agli adolescenti, occupiamoci di offrire loro strumenti, strategie e prove efficaci per affrontare il viaggio della vita con coraggio e determinazione.

Diamogli l’opportunità di aderire ad incontri e seminari per avere nuovi punti di riferimento, allargare la propria mappa della realtà, imparare a conoscere se stessi e aver la possibilità di entrare in contatto con altri ragazzi per confrontarsi, aiutarsi e crescere assieme.

In #ZEROSCUSE Life & Business Strategies, nella sessione dedicata ai ragazzi #ZEROSCUSE GUYS troverete, a breve, proposte di percorsi avvincenti, dedicati ragazzi e famiglie, che vi suggerisco di cogliere al volo.

Però, come ci sta insegnando, così prepotentemente, questo periodo storico il momento è Adesso!

Cosa possiamo fare, ora, con i nostri figli adolescenti per utilizzare al meglio il tempo?
Approfittiamo dell’estate per iniziare a riorganizzare il nostro tempo, dare ritmo alle nostre giornate e a creare nuove sane abitudini.

Come vivere al meglio l’estate con figli adolescenti?

L’estate, è un’occasione unica di condivisione, crescita, comprensione e ben-essere per tutta la famiglia possiamo dare valore e centralità alla relazione proponendo sfide personali e di squadra.

Partendo dal principio base della Health Coaching Accademy delle 5 A utili ad acquisire e mantenere il benessere psico-fisico-emotivo e a sviluppare le migliori performance, eccovi alcune coinvolgenti proposte evolutive sulle A di Allenamento, Alimentazione e Atteggiamento.

Iniziamo!

A di ALLENAMENTO:

1° Passo: allenamento quotidiano familiare

  1. Attiviamo, ogni giorno, una sessione di attività fisica di gruppo per un tempo minimo di 45 minuti.
  2. Ogni membro della famiglia sceglie una disciplina.
  3. La pianificazione delle attività va fatta, insieme, settima per settimana. Sarà un momento di benessere fisico, di cura di sé e di divertimento garantito.

Più fate e più sentirete il desiderio di fare. Il movimento attiva le endorfine, gli ormoni della felicità, che vi aiutano a sentirvi meglio aumentando il livello energetico e le difese immunitarie.

2° Passo: sfida, per chi vuole di più

  1. Sfida Familiare: “Tutti per Uno ed Uno per Tutti”.
  2. Obiettivo: spirito di gruppo e collaborazione. Se molla uno, tutto il gruppo ha perso;
  3. Durata sfida: 15 giorni;
  4. Regole: Tutta la famiglia partecipa, nessuno può bypassare;
  5. Premio: stabilire un premio familiare;
  6. Finalità: accrescere la motivazione, la capacità di leadership e di persuasione;

Riuscite ad immaginare quanta soddisfazione personale e di gruppo può emergere nel remare tutti dalla stessa parte per un risultato di ben-essere comune?

Sarà un importante insegnamento di tenacia e coerenza per tutti.

A di ALIMENTAZIONE:

1° Passo: regime alimentare equilibrato

  1. Definite, assieme ai ragazzi, un piano alimentare settimanale equilibrato finalizzato ad acquisire ben-essere psico-fisico-emotivo.
  2. Lasciate ai ragazzi il compito di cercare regimi alimentari equilibrati da proporre, sarà più facile che li rispettino e che ve li facciano rispettare.
  3. Acquisire buone abitudini alimentari in un momento di disponibilità di tempo è una strategia vincente.

2° Passo: sfida culinaria

  1. SfidaBest Chef!
  2. Durata sfida: da 15 a 21 giorni.
  3. Regole:
    1. Divisione in 2 squadre (squadra A = genitori e squadra = B figli);
    2. Prima di iniziare, ogni settimana, deve essere fatta la spesa per ogni squadra;
    4. Il giorno di inizio della sfida settimanale dev’essere esposto, in cucina, il menù di ogni squadra;
    5.Alternanza in cucina (un giorno cucinano i figli, l’altro i genitori);
    6. Obbligo di rispetto dei turni. Non ci possono essere cambi di turno per impegni di studio, lavoro, disorganizzazione;
    7. L’organizzazione interna, di ogni squadra, dev’essere ben equilibrata nei compiti;

Assegnazione punteggio:

  1. Ogni fine giornata assegnare il punteggio alla squadra che cucina (il voto deve rimanere segreto fino alla fine del gioco);
  2. Criteri di valutazione si basano su: 1. bontà cibo cucinato, 2.creatività/inventiva, 3. originalità nella preparazione di tavola e piatti, 4. Servizio offerto 5. rimessa in ordine del posto di lavoro;
  3. Punteggio: da un minimo 5 ad un massimo di 10 punti, per ogni voce;
  4. A termine della sfida si sommano i punteggi parziali assegnati a ciascuna squadra e si decreta il vincitore;

4. Premio: stabilire un premio prima di iniziare la sfida;

Funzionalità: Dare ai ragazzi la possibilità di cucinare per tutta la famiglia è una grande responsabilità ed un’opportunità di crescita perché richiede organizzazione.
Con la sfida, genitori/figli, vi stupirete delle doti che emergeranno nei ragazzi.

Ricordate: Sperimentare fa crescere! I ragazzi cercano le sfide e sentono il bisogno (non sempre manifesto) di mettersi in gioco per accrescere la fiducia in se stessi.
Con le sfide cresce la competenza nella gestione delle emozioni.
Importante: Lasciare i ragazzi liberi di agire autonomamente. Senza controlli.

A di ATTEGGIAMENTO:

1° opzione
Scegliete un libro.
Ognuno sceglie il suo.
Dedicate alla lettura da ½ ora ad 1 ora al giorno.
Trovate un tempo fisso, 2 volte a settimana, in cui fermare ogni altra attività per riunirvi a condividere quanto letto, riflettere e fare nuovi punti di riferimento.
I ragazzi amano questo momento perché si sentono ascoltanti ed hanno modo di ampliare i loro punti di vista, la loro mappa della realtà.

2° opzione
Dedicate 15 minuti, 3 volte a settimana, per scrivere una frase propositiva e potente.
Ognuno la sua.
Appenderla in un luogo visibile a tutti perché può essere fonte di ispirazione per ogni membro familiare.
La frase scelta dovrà essere ripetuta, come un mantra, più volte al giorno.
Prima di andare a letto ascoltate come risuona dentro e che emozioni evoca.

3° opzione
Ogni componente familiare immagina che tra un anno sarà intervistato da un giornalista di una testata importante. Cosa ci sarà scritto? Scrivere l’articolo e condividilo in famiglia.

Date ai ragazzi il ruolo di Responsabili della pianificazione e dell’attuazione del programma giornaliero, personale e familiare.

Accendere sfide è utile per tenerli impegnati, sviluppare l’entusiasmo, produrre gratificazione, stimolare la ricerca, stuzzicare la creatività e comprendere come reagiscono alla sconfitta e alla vittoria.

Questi sono diversi spunti da cui partire per utilizzare al meglio il vostro tempo e migliorarvi come persone e gruppo familiare.

Scegliete la combinazione che meglio soddisfa i bisogni famigliari.

Condividete con noi

Condividete la scelta con noi, se vi fa piacere, scrivendo in #ZEROSCUSE Life and Business Strategies così possiamo motivarvi e sostenervi durante il percorso.
Sarebbe bello estendere, la sfida scelta, oltre i confini di casa, coinvolgendo amici, conoscenti, parenti.

Stimolate i ragazzi ad essere i promotori di una sfida con amici e parenti. Questo li aiuterà ad accrescere la leadership, il carisma e la fiducia in se stessi.

Se attivate programmi settimanali ben pianificati e mantenete la costanza sempre accesa quando riprenderà la scuola sarete talmente allenati che sentirete il bisogno di mantenere le nuove, efficaci, abitudini nella vostra vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here