Allenamento: 5 steps per inserirlo nella quotidianità

241

La parola allenamento è esclusiva per gli sportivi?

Il termine allenamento, spesso, viene associato al campo sportivo e professionale, ma non solo.

Il motivo? Semplice! Per riuscire a voltare pagina, per poter ricominciare da capo bisogna ripartire da se stessi. Allenare il proprio benessere è il punto di partenza. È il primo passo verso un nuovo domani.

Cos’è l’allenamento?

Il vocabolario definisce la parola allenamento come ”…un’attività metodica e costante di preparazione fisica, allo scopo di ottenere il massimo rendimento o il mantenimento dello stato di forma”.

Voglio descriverti quali sono i passaggi fondamentali affinché l’allenamento, ed il benessere che ne consegue, entri a far parte della quotidianità.

Perché catena dell’allenamento?

L’immagina di una catena con ciascuna maglia legata a quella successiva rende bene l’idea. Ogni maglia legata a quella successiva è necessaria alla funzione generale della stessa. Da qui nasce la catena dell’allenamento che comprende degli steps, dei passaggi obbligatori per poter accedere al successivo. Ogni anello della catena è dipendente e propedeutico per quello successivo.

5 i passi necessari per impostare un allenamento quotidiano e dare il via al cambiamento che hai sempre voluto e cercato:

  • Motivazione
  • Gradualità
  • Forza di volontà
  • Educazione
  • Obiettivo

Motivazione

L’attività che orienta la nostra azione MOTIV-AZIONE che ci  muove verso un obiettivo. Nell’allenamento, non a caso, è il primo e fondamentale anello perché l’obiettivo principale è il raggiungimento ed il mantenimento di una forma fisica con il benessere personale che ne consegue.

Aver ben chiaro il motivo per cui mi presto a compiere determinate azioni è fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi. È l’anello di supporto nei momenti di difficoltà e di crisi. La motivazione fa la differenza. Mi sostiene e dà la forza di continuare.

Gradualità

Come per qualsiasi cosa nuova che si inizia a fare, o a praticare, anche l’allenamento deve essere graduale per due ragioni:

  1. durante l’allenamento ci sono degli adattamenti fisiologici in risposta agli stimoli allenanti e, di conseguenza, dobbiamo tenerne conto. Dobbiamo dare al nostro corpo il giusto tempo di adattarsi a tali cambiamenti senza andare in “overtraining”, cioè stressare troppo il nostro corpo e questo non sarebbe funzionale al nostro obiettivo.
  2. Cominciare ad allenarsi camminando per 2/3 km a passo svelto e gradualmente arrivare a correre per 5/10 km. Questo ci stimola fisicamente e psicologicamente a continuare sulla strada intrapresa.

Forza di volontà

Ebbene sì! Per l’allenamento è fondamentale la forza di volontà.

Perché? Semplice!

La pigrizia è sempre in agguato. Il nostro cervello, per preservarci da qualsiasi tipo di stress o fatica, è sempre pronto a trovare delle scuse per evitarla. È a questo punto che interviene la forza di volontà che ci aiuta a mettere le nostre scarpette per iniziare l’allenamento giornaliero.

Sì, esatto! Giornaliero.

Il nostro benessere va allenato quotidianamente, non per vincere la maratona di New York (e perché no?), ma per tenerci in forma per affrontare la giornata nel modo migliore. Noi siamo i nostri migliori alleati.

Educazione

Dopo la forza di volontà troviamo l’educazione. Fin dai tempi di Pitagora, nella Magna Grecia, si parla di educazione fisica come norma quotidiana da seguire.

Questo più di tutti dev’essere l’anello della svolta. Quando “tiriamo fuori” da noi stessi il bisogno di benessere facendola diventare una pratica quotidiana lo facciamo diventare il nostro stile di vita. Alimentazione, riposo, esercizio fisico e recupero diventa la nostra buona educazione verso noi stessi.

Obiettivo

Darsi sempre degli obiettivi da raggiungere è importante per diverse ragioni. Da una parte ci stimola a raggiungerlo, dall’altra il loro conseguimento ci da una grande carica.

Chiaramente il nostro obiettivo principale è il benessere. Ognuno può arricchire la propria forma fisica come meglio crede: io stesso, ho cominciato così, corsette quotidiane con obiettivi sempre stimolanti e sempre di più volti al mio benessere personale. Pian piano sono arrivato alla mia prima gara di 10 km, poi la Half Marathon ed infine aumentando un po’ gli allenamenti alla mitica maratona. Gli obiettivi possono essere dei più svariati: dal peso forma alla prestazione, alla resistenza. La cosa importante è avere il giusto stimolo e la grande soddisfazione al loro raggiungimento.

Per concludere, voglio ribadire il messaggio più importante: iniziare ad allenarsi vuol dire iniziare ad aver cura del proprio corpo, per stare bene e sentirsi bene.

Questa catena è una valida alleata. Puoi farti aiutare da questi anelli o trovarne dei tuoi. L’importante è dedicare del tempo quotidianamente a te stesso con esercizi fisici, sport o qualsiasi altra attività motoria: ricorda non devi vincere la gara della vita, ma devi essere in forma per aiutarti a vivere a pieno la tua vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here