La gratitudine migliora la vita

250

Cos’è la gratitudine? Si può sviluppare? Come? Qui trovate la risposta a queste e ad altre domande su uno degli aspetti più importanti per le persone di successo: la gratitudine.

La parola gratitudine, da qualche anno, è entrata a far parte della nostra quotidianità. Oggi se ne sente parlare sempre di più e spesso questa parola viene associata ad una sorta di felicità sterile che l’uomo dovrebbe provare per attrarre a sé cose, eventi e situazioni favorevoli alla sua esistenza.

Non possiamo sapere se sia veramente così, ma è anche vero che molti ricercatori di ambiti diversi stanno dimostrando che il benessere psico-fisico di un individuo è strettamente legato al ruolo che la gratitudine ha nella propria vita.

Cos’è la gratitudine?

La gratitudine è un atteggiamento mentale che aiuta a reagire positivamente alle interferenze nella vita di ogni giorno, oltre che essere un sentimento basato sull’empatia e consapevolezza di sé.

Per cosa si può essere grati?

Col tran tran quotidiano diamo molte cose per scontate. Non abbiamo il tempo di fermarci e di pensare che siamo circondati da benedizioni di ogni genere e grado.

Vuoi qualche esempio? La casa in cui vivi, l’auto, il lavoro, l’acqua da bere, il cibo, le persone che ti vogliono bene, e si può andare ancora avanti.

Puoi essere grato, anche semplicemente, a te stesso per ciò che sei e hai realizzato. La gratitudine unita alla fiducia in te stesso e nelle tue capacità, può essere il tuo trampolino di lancio per riuscire a guardare oltre le difficoltà, vedere chiaramente l’orizzonte e avere il successo che tanto desideri.

Secondo un saggio indiano: “Se vedi tutto grigio sposta l’elefante”.

Vero! Non credi? Finché non guardi oltre l’ostacolo resterai bloccato con la tua frustrazione. Un modo efficace per spostare l’elefante è la gratitudine.

Come si traduce questa filosofia nella vita di tutti i giorni? Cosa fare quando non trovi lavoro, o vivi una relazione logorata che non riesci a troncare, o ti senti bloccato davanti ad una scelta?

La risposta è: vivere con un atteggiamento di gratitudine può fare la differenza.

Praticare la gratitudine, infatti, ti mette nelle condizioni ideali per riuscire a reagire nel modo giusto alle avversità ed ai piccoli fallimenti.

Ecco un semplice esercizio per aiutarti a vedere le difficoltà diversamente: invece di focalizzarti sulla situazione e considerarla un problema, pensala come un’opportunità. Concentrati sugli aspetti positivi. Tu dirai, quali? In tutto c’è un risvolto vantaggioso, magari minuscolo e nascosto, magari non lo riesci a vedere subito. In questo caso farti aiutare da qualcuno che non è coinvolto nel problema potrebbe farti notare cose che tu non vedi. Se pensi di essere solo ti devi concentrare per riuscire a notarlo, isolandolo da tutto il resto.

Essere grati cambia la vita (e il cervello)

Lo sai che essere grati modifica l’attività cerebrale?

Lo dice anche uno studio condotto dall’Università dell’Indiana. Secondo questa ricerca i benefici sul benessere e sull’umore sono quasi immediati, dopo due settimane si vedono già gli effetti positivi, anche in persone che soffrono di ansia e depressione.

Ecco alcuni benefici della gratitudine:

  • Aumenta l’autostima: essere grati significa riconoscere i propri limiti senza farsi sopraffare dalle emozioni negative che si provano quando ci si confronta con gli altri. La gratitudine sviluppa la fiducia in se stessi e a cogliere negli altri spunti per crescere e migliorarsi.
  • Aumenta ottimismo e positività: ti permette di reagire positivamente ai problemi, di essere felice per il successo degli altri, per la felicità delle tue amiche, anziché covare invidia o risentimento perché pensi che le altre persone vivano una vita migliore della tua.
  • Migliora le relazioni con gli altri: ti rende più attento ai valori, sentimenti, relazioni ed esperienze anziché alle cose materiali. Sviluppa l’empatia con le altre persone e la propensione ad aiutarle senza chiedere nulla in cambio, disinnescando l’indifferenza.
  • Rafforza il sistema immunitario: essere grati fa sentire bene. Favorisce il benessere fisico, abbassa la pressione sanguigna e migliora la qualità e durata del sonno. È un vero toccasana per mente e corpo.

5 Esercizi di gratitudine da provare ora!

Prima di andare a dormire pensa alla tua giornata. Fai una lista delle cose belle che sono successe. Le puoi solo pensare. Mentre le sensazioni positive ti avvolgono, inizia a immaginare la cosa più piacevole che ti attende l’indomani. Essere grato per quello che hai fatto oggi e immaginare altre cose che ti renderanno grato domani, innesca un circolo virtuoso della gratitudine.

Tieni un diario della gratitudine. Gli studi sulla gratitudine dimostrano che scrivere una o due volta a settimana un diario dà maggiori benefici rispetto al diario a cadenza giornaliera. Il motivo è semplice. La mente tenderà a concentrarsi sulle cose positive che dovrai scrivere sul tuo diario. Il suggerimento è di non prendere questo esercizio come un elenco della spesa, ma di provare a sentire il sentimento di gratitudine considerando l’elenco come un dono.

Inizia bene la tua giornata. Al risveglio fai caso alle piccole cose che ti rendono felice. Scoprirai quante cose ti rendono grato. Forse ti accorgerai che vuoi ringraziare te stesso per esserti preso un’ora tutta per te prima di iniziare la giornata lavorativa, o il tuo partner per averti semplicemente detto qualcosa di carino, o tua mamma che ogni giorno fa qualcosa di speciale per te.

Scrivi una lettera di gratitudine. Questo è un ottimo modo per allenare il muscolo della gratitudine e per favorire un senso di connessione e vicinanza emotiva con il destinatario della lettera. Pensa a qualcuno che ha fatto qualcosa per te e verso il quale ti senti grato. Inizia la tua lettera con ‘Caro/a…’, descrivi il motivo per cui lo ringrazi, esprimi quello che senti. Non preoccuparti della grammatica. Una volta terminata potrai, anche, consegnarla direttamente al destinatario. Secondo alcune ricerche questo favorirebbe reazioni emotive reciproche particolarmente positive rafforzandone il legame.

Tieni un Insta o Face-diario. Apri un profilo Instagram o pagina Facebook dove ti impegni a fotografare e raccontare quotidianamente le cose di cui essere grato. Usa l’hashtag #gratitudine o #grateful spargi felicità e gratitudine, ti tornerà indietro moltiplicata!

Usa un linguaggio di apprezzamento. Le parole sono potenti. Da oggi fai attenzione a quelle che usi sia con te stesso sia verso gli altri. Utilizza una comunicazione di apprezzamento verso le persone e le situazioni per esempio: fai complimenti, ringrazia per qualcosa che altre persone fanno per te o hanno fatto, o per la semplice presenza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here