Capo e leader: qual è la differenza?

3336
uomini d'affari che si danno la mano

“Ci si chiede qual è la differenza tra un leader e un capo: il leader guida, il capo dirige”.
(Teddy Roosevelt)

Quali atteggiamenti, predisposizioni e pensieri differenziano un capo da un vero leader?

Se la differenza tra capo e leader, è ormai nota è altrettanto vero che molti ancora la confondono o la sottovalutano. Chi si trova al vertice non sempre ha le caratteristiche caratteriali o emozionali che lo fanno essere, o sembrare, un leader agli occhi degli altri e viceversa.

gruppo di colleghi

Qual è, quindi, la principale differenza tra un capo ed un leader?

La differenza fondamentale è nell’intenzione.

Il capo comanda e lo realizza dirigendo le persone.

Il leader guida le persone e lo realizza lavorando con loro.

 La parola leader deriva dal verbo inglese «to lead», e significa, infatti, «guidare».

In un gruppo il leader è colui che ricopre un ruolo di direzione intesa come capacità di influenzare i membri del gruppo per il perseguimento di scopi comuni. Si tratta, quindi, di un ruolo di leadership.

Tutti conosciamo persone che ricoprono questo ruolo, ma molte lo fanno perché qualcun altro gli ha conferito questa responsabilità. La responsabilità è proprio ciò che sta alla base di una leadership. È indice d’integrità, di valori e di virtù che troppo spesso sono trascurati o manipolati in favore della situazione o del proprio interesse. Spesso i leader di oggi non hanno quella giusta maturità che consenta loro di pensare prima al bene del gruppo (cioè degli altri), ma al contrario sono armati di potere o di una qualche aspirazione che rafforzi il proprio ego.

5 Caratteristiche del Leader

Un vero leader oltre ad avere i 10 poteri di cui abbiamo parlato nell’articolo “comunicazione da leader” deve avere, anche, 5 caratteristiche distintive:

  1. Responsabile: Nel lavoro di squadra è importante che ognuno riconosca i propri sbagli con umiltà assumendosi le proprie responsabilità quando commette errori. Sbagliare è umano. È dagli errori che si migliora.
  2. Ispirare: Un vero Leader ispira, coinvolge e convince le persone a credere nel suo progetto e a dare il massimo per realizzarlo. Un Leader non comanda né intimorisce ma motiva, incoraggia, accende gli animi e rappresenta un modello. È colui che spinge chi lo circonda a seguirlo in avventure stimolanti e, spesso rischiose, per raggiungere l’obiettivo. A differenza del Capo, amante del comando e del controllo, il Leader incoraggia la crescita dei suoi collaboratori, promuovendola e stimolandoli a divenire leader a loro volta.
  3. Passione: Una qualità del leader è la passione. Credere in qualcosa ha il potere di coinvolgere e scatenare negli altri quella stessa passione per realizzare un progetto condiviso. Per riuscire davvero in qualcosa devi amare quello che fai, fino al punto da esserne ossessionato, solo così otterrai il successo.
  4. Insegnare: Un Leader si concentra su cosa può essere migliorato e non sugli errori; il suo obiettivo è ottimizzare e valorizzare le persone ed il lavoro svolto, non è incolpare e punire. A differenza del capo, il Leader stimola alla crescita e insegna a saper trasformare le sfide in opportunità.
  5. Collaborare: un Leader incita la collaborazione con e tra i suoi collaboratori. Il Leader sa che, per realizzare la visione in cui crede, ha bisogno dell’aiuto di tutti i suoi alleati. Per lui la fiducia è fondamentale: si conquista la loro fiducia e fa sì che ognuno di loro abbia fiducia nell’altro. Mentre il Capo dirige e controlla assicurandosi che tutti eseguano i propri compiti, il Leader chiede, propone e guida, coinvolgendo i suoi collaboratori in un progetto comune e, a questo scopo, è abile nell’individuare tra loro i migliori cui delegare quei compiti che egli sa di non poter eseguire alla perfezione.

Molte volte siamo così occupati ad aprirci la strada attraverso il bosco in cui stiamo camminando, da non renderci neppure conto di trovarci nella giungla sbagliata. Abbiamo sempre bisogno di una visione, di una destinazione, di una bussola interiore che ci fornisca la direzione. Il leader è colui che smette di camminare nel bosco, sale su un albero, esamina l’intera situazione dall’alto e con coraggio grida a tutti gli altri: «è la giungla sbagliata!».

__________________________________

Nel nostro nuovo gruppo Facebook #ZEROSCUSE potrai trovare:

  • post d'isprirazione per imparare a smettere di raccontari scuse;
  • video dirette in risposta proprio ai tuoi commenti ;
  • webinar direttamente visibili dalla pagina;
  • molto altro ancora.
  • Scopri tutti i nostri percorsi online:

  • Per la tua crescita personale, scopri di più su Crea Il Tuo Nuovo Inizio.
  • Per la tua crescita professionale, scopri di più su Top 10 Skills.
  • Se desideri intraprendere un percorso meditativo, scopri di più su Le Meditazioni quantike e Il Tuo Anno Quantiko
  • Se sei un genitore o insegnante di ragazzi adolescenti, migliora la tua comunicazione con loro, grazie ad A un Passo Da Te
  • Se desideri intraprendere un percorso per risvegliare l’Energia Femminile, scopri di più su Il Sacro cerchio di Sorellanza.
  • Per informazioni su MasterCap, 1° master in Health Coaching ad Alto Potenziale: https://hcmastercap.academy/

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here