Chi sei davvero? La nostra voce racconta chi siamo

230
ragazzo

Ti sei mai chiesto qual è lo Scopo della tua vita come Uomo o Donna? Ancor prima, come risponderesti alla domanda: Chi sei davvero?

Le risposte comuni sono: “Sono la mamma/padre di…”, “Sono un avvocato…”, “Sono il figlio di…”, ovvero spesso finiamo per identificarci (identità = quello che io sono), con i nostri ruoli sociali.

Ma se perdessimo il lavoro o cambiasse lo stato delle nostre relazioni?

Quante persone entrano in profonda crisi esistenziale quando viene a meno uno dei loro ruoli principali. Ad esempio, quando arrivano al termine della propria carriera oppure quando i figli si allontanando dal nido familiare o ancora quando si interrompono delle relazioni.

Ricordiamoci che prima di essere figli, genitori, professionisti, partner, ecc., siamo Esseri Umani e come tali abbiamo il dovere di evolverci per dare significato alla nostra vita.

L’evoluzione è diversa dal cambiamento. Cambiare vuol dire modificare un comportamento, una certa situazione sostituendola con un qualcosa di nuovo. Evolversi significa ripartire dalla propria natura, dai propri bisogni ancestrali e dalle proprie passioni, semplicemente da ciò che per noi è importante e ci rende felici, comprendere ciò che siamo per diventare la versione migliore di noi stessi.

Il primo passo per proseguire il cammino dell’evoluzione è rispondere alla domanda “Chi sei?” senza celarsi dietro a effimeri ruoli sociali. Comprendere qual è il proprio scopo come Individuo, capire il “Perché sei nato”, quale messaggio o impronta si vuole lasciare al nostro passaggio, rispondere in modo congruente ai bisogni della nostra anima.

Vivere una vita in risonanza con il nostro Scopo significa creare un modo di vivere ed essere che ci permetta di stare in armonia con noi stessi e l’ambiente che ci circonda. Lo Scopo è il motore che ci spinge verso la nostra evoluzione su questa terra, non si raggiunge ma si persegue.

“La felicità sta nel viaggio, non nella destinazione”
Peaceful warrior

Qual è la benzina che ci permette di continuare questo viaggio esistenziale senza perderci?

Ancora una volta, le nostre emozioni, che ci comunicano costantemente se siamo sulla strada giusta oppure no, se stiamo risuonando in linea con i messaggi universali. Quando sentiamo disarmonia dentro di noi, è come se una parte di noi stonasse con il resto del corpo, allora da qui deve partire la nostra ricerca.

Quali bisogni non sto soddisfacendo?

Quali messaggi non riesco a comprendere?

Cosa mi sta sfuggendo veramente?

Accrescere la nostra consapevolezza consiste in un incremento vibratorio, come se venissero integrate frequenze latenti. Significa innalzare le nostre capacità cognitive, essere presenti e partecipare a frequenze più alte dove sperimentare una maggiore libertà di espressione e un pacificante senso di interconnessione con tutto ciò che ci circonda.

Se smettiamo di vibrare alla nostra frequenza cessiamo di essere noi stessi, feriamo la nostra anima e danneggiamo il nostro corpo. La nostra vera Identità e unicità non dipende da quello che facciamo, dai nostri ruoli sociali. La nostra verà identità e unicità è da ricercarsi nella nostra interiorità, nel nostro DNA, nella nostra anima, nel nostro Sé più profondo. Ogni volta che ignoriamo questa esigenza, facciamo dieci passi indietro verso la nostra evoluzione.

Dar voce all’identità

Iniziamo, quindi, a dar Voce alla nostra Identità!

Impariamo a dire di No a ciò che non è in armonia con la nostra essenza. Grazie alla voce possiamo accorDarci al nostro sentire più profondo per ritrovare un nuovo spazio di ascolto e contatto con noi stessi. Noi siamo vibrazione e ciò che inviamo all’universo, ci ritorna indietro. Con la nostra Voce possiamo attivare potenti risonanze che vengono tradotte con l’affioramento di contenuti inconsci, veri e propri pacchetti energetici che erano rimasti dimenticati o imprigionati dentro di noi.

La voce è fa parte del nostro essere!

Rappresenta la testimonianza vivente di ciò che siamo stati, siamo e saremo, racchiude le nostre memorie nascoste, i nostri ricordi piacevoli e dolorosi; è la nostra impronta vibrazionale dell’essenza della nostra anima. È strumento che sin dalla nascita, prima ancora delle parole, abbiamo utilizzato per comunicare.

La nostra voce è la fonte autentica di vibrazione, consapevole e potente, che risuona con il nostro centro e Sé più profondo. Colpisce i nostri sensi, fa emergere emozioni, immagini, ci dona energia. La nostra massima espressione vocale può essere liberata se iniziamo a prenderci cura di noi stessi, delle nostre emozioni, da cui di fatto dipende tutto il nostro equilibrio vibrazionale.

La voce non è solo uno strumento di comunicazione, ma è l’espressione di ciò che vive nel profondo, del nostro mondo interiore, fa parte della nostra Identità.

La voce è pura vibrazione, nasce dal respiro e dal corpo e, risuonando in esso, viaggia verso il mondo esterno portando con sé qualcosa di noi: racconta inconsapevolmente le nostre esperienze, la nostra storia, le nostre emozioni e i nostri bisogni. Al di là delle parole, trasmette un mondo di informazioni ed energie inespresse che risuonano all’interno delle nostre cellule, delle nostre ossa e dei nostri tessuti e si propagano al mondo esterno.

Tutto parte del respiro che simbolicamente rappresenta il richiamo alla relazione fra un dentro e un fuori, ponte fra il nostro io profondo e l’universo. Il corpo diviene uno spazio energetico, all’interno del quale il fluire libero della voce rinnova e alimenta l’energia di ogni cellula.

Fare esperienza con la propria voce è una grandissima opportunità di crescita personale e di conoscenza di noi stessi. Con la sua potenza ed energia, ci permette, in modo graduale e consapevole, di liberare la nostra vera espressione corporea e di stimolare la nostra capacità di ascolto, favorisce il contatto e l’accettazione delle emozioni, rinforzando la fiducia nelle nostre risorse e facilitando la scoperta di parti inesplorate di sé.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here