Credenze e convinzioni: tutto quello che devi sapere per avere successo

1450
donna su un tronco d'albero

Sai cosa sono e come nascono le credenze e le convinzioni? Come si sviluppano e ci influenzano? Come cambiarle o trasformarle per evitare insuccessi e migliorare la nostra vita?

È necessario capire cosa è importante per noi, in cosa crediamo, di cosa siamo convinti. Sono i nostri pensieri che influenzano il modo in cui osserviamo, guardiamo, sentiamo e percepiamo la nostra realtà.

donna di spalle

Credenze e convinzioni

Due esempi per capire quanto le nostre credenze abbiano un grande potere sulla nostra vita e sulle nostre decisioni sono la storia dell’elefante e l’effetto placebo.

  • L’elefante, la catena e il paletto.        

In alcune parti del mondo gli elefanti vengono catturati da piccoli per essere utilizzati come mezzi di trasporto (di persone, di materiali pesanti), come attrazioni turistiche e per scopi commerciali.

Per evitare che l’elefantino scappi, ad una delle sue zampe viene applicato una specie di anello di metallo attaccato ad una catena, la quale è legata ad un paletto conficcato nel suolo. Ogni volta che l’elefante prova a scappare, il paletto oppone resistenza bloccando la catena legata all’anello, impedendo al piccolo animale di fuggire. Ogni tentativo di fuga viene bloccato e, piano piano, il piccolo elefante smette, per sempre, di provare.

Il paletto di legno, conficcato nel terreno, blocca il piccolo elefante che crede così di non avere la forza per liberarsi. Ci ha provato diverse volte e nulla è accaduto. Crescendo non ha più provato a liberarsi perché ormai credeva che la catena fosse troppo resistente e nulla l’avrebbe mai rotta. E così, l’elefante ormai adulto, rimane bloccato in pochi centimetri di movimento.

  • L’effetto placebo

Anche se riguarda diverse situazioni, l’effetto placebo è noto, soprattutto, in ambito medico.

La ricerca ha, più volte, dimostrato che un numero consistente di pazienti, a cui si somministrava un placebo, convinti di ricevere una terapia, miglioravano (generalmente più di un terzo dei casi).

Il placebo è un farmaco inerte e privo di principi attivi. Studi di questo genere mostrano chiaramente che le nostre convinzioni possono determinare l’esito delle cose. Non sono solamente pensieri ma vere e proprie istruzioni. Essere convinti di qualche cosa invia un messaggio psico-neurologico all’interno del sistema mente-corpo che cerca poi di confermarlo nei fatti (S. Bavicher – A. Vickers).

 Basta credere per influenzare il nostro corpo, questo è l’effetto placebo.

 Cosa sono le credenze e cosa sono le convinzioni.

Una credenza è un’idea che ci facciamo, supportata dalla nostra esperienza, dai risultati ottenuti o non ottenuti, dagli esempi, dagli insegnamenti.

Una convinzione è una sensazione di certezza su qualcosa o qualcuno. Sono le cose in cui crediamo: concetti, idee e schemi di pensiero fortemente radicate in noi, che sono diventati certezze e condizionano il modo in cui assegniamo il significato agli eventi.

Credenze e convinzionisono mappe mentali che governano la nostra vita, le nostre emozioni, la nostra salute, le nostre abilità e le esperienze della vita di tutti i giorni………. Sono occhiali attraverso cui vedere il mondo (L. Michael Hall)

Anthony Robbins le definisce come “qualsiasi principio guida, dettame, fede o passione capace di fornire significato e direzione alla vita”.

Ciascuno ha le proprie e, generalmente, si ripetono in maniera automatica. Risultano perlopiù invisibili, le diamo per scontate e, soprattutto, le accettiamo come vere.

bambino che fa l'areoplano

Come si formano

Secondo alcuni autorevoli testi di tecnica di aeronautica, a causa della forma e del peso del proprio corpo in rapporto alla superficie alare, il calabrone non può volare. Ma il calabrone non lo sa e perciò continua a volare (Igor Ivanovic Sikorsky).

Acquisiamo e sviluppiamo le nostre credenze e convinzioni crescendo e cercando di capire il mondo.

I nostri schemi di pensiero dipendono dalle persone che ci circondano, dall’ambiente in cui cresciamo, viviamo e da noi stessi.

Le principali “porte d’ingresso” per costruirle sono i nostri 5 sensi (vista, udito, tatto, gusto e olfatto). Inoltrepiù pensiamo a una cosa o più ne facciamo esperienza, più essa diventa credibile e, nel tempo può consolidarsi come convinzione” (S.Bavister).

Le persone, l’ambiente e noi

Quando nasciamo sono i genitori i principali custodi di ogni nostro istante; ci amano e, a modo loro, soddisfano i nostri principali bisogni. Noi siamo come un bicchiere vuoto, da riempire.

Il loro agire è influenzato dall’ambiente in cui vivono (dalla cultura, dalla religione, dalla società), dalle persone che frequentano, dai canali comunicativi (giornali, radio, televisione, internet) che portano ad attivare un’attenzione rivolta prevalentemente verso certe direzioni, condizionando così anche il modo in cui ci comportiamo.

Crescendo poi, spesso e volentieri, ci identifichiamo o copiamo comportamenti di persone che ammiriamo e che consideriamo come miti, eroi, autorità. Nella recente storia, passata, per esempio, la principessa Diana, ha ispirato compassione e carità.

Negli anni rafforziamo i nostri “schemi”, mantenendo l’attenzione, il focus, solo su un lato della medaglia, sul lato che principalmente alimenta il nostro modo di pensare ed agire.

Le nostre credenze si formano anche in base ai successi e ai fallimenti del nostro passato, ai risultati ottenuti o non ottenuti, ad alcuni eventi del nostro passato che ci hanno segnato profondamente.

Nel suo libro dal titolo “Nessuna ferita è per sempre”, lo Psicoterapeuta Raffaele Morelli afferma che “alcuni traumi hanno un grande impatto sulla nostra vita e sul nostro modo di pensare e di vivere. Se col passare del tempo questi traumi conservano la loro forza è perché siamo noi a tenerli in vita”.

“A volte basta un singolo evento nella vita per cambiare ciò che le persone credono sia possibile, nel bene o nel male” (S.Bavister). Come quando ci sentiamo forti, potenti, invincibili dopo aver raggiunto l’obiettivo che si siamo dati.

Credenze e Convinzioni: un filtro sul mondo

Quello che per noi è importante e vero, diventa automatico e indiscutibile. Diventa la nostra sicurezza, la nostra identità. Quello che poi facciamo nel concreto, come ci comportiamo, va a confermare questa nostra visione, filtrando il nostro modo di vedere il mondo.

Abbiamo convinzioni su noi stessi, su ciò che sappiamo e/o possiamo essere e fare, sulle persone che ci circondano sia in ambito familiare che lavorativo, sull’ambiente in cui viviamo e sul mondo in cui siamo.

I nostri pensieri, il nostro stato d’animo, le nostre aspettative ed i nostri comportamenti sono determinati, per la maggior parte, dalle nostre credenze e convinzioni.

Credenze e convinzioni hanno quindi un enorme potere su di noi, sulla nostra vita e sugli altri; possono limitarci e bloccarci oppure possono muoverci e spingerci verso ciò a cui aspiriamo.

Cambiamo solo se siamo certi che funziona. In alcuni casi, invece, crediamo a prescindere.

__________________________________

Nel nostro nuovo gruppo Facebook #ZEROSCUSE potrai trovare:

  • post d'isprirazione per imparare a smettere di raccontari scuse;
  • video dirette in risposta proprio ai tuoi commenti ;
  • webinar direttamente visibili dalla pagina;
  • molto altro ancora.
  • Scopri tutti i nostri percorsi online:

  • Per la tua crescita personale, scopri di più su Crea Il Tuo Nuovo Inizio.
  • Per la tua crescita professionale, scopri di più su Top 10 Skills.
  • Se desideri intraprendere un percorso meditativo, scopri di più su Le Meditazioni quantike e Il Tuo Anno Quantiko
  • Se sei un genitore o insegnante di ragazzi adolescenti, migliora la tua comunicazione con loro, grazie ad A un Passo Da Te
  • Se desideri intraprendere un percorso per risvegliare l’Energia Femminile, scopri di più su Il Sacro cerchio di Sorellanza.
  • Per informazioni su MasterCap, 1° master in Health Coaching ad Alto Potenziale: https://hcmastercap.academy/

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here