Come mantenere i buoni propositi di inizio anno

478
donna sorridente con pollice in su

L’inizio del nuovo anno è il momento giusto per scrivere la lista dei buoni propositi. Un elenco di azioni e programmi che cambieranno la tua vita in meglio.

Ma cosa sono i buoni propositi? Prova a immaginare una sorta di lista dei desideri, un elenco di azioni e attività che vorresti intraprendere nella vita personale e/o professionale. Forse vorresti migliorare il tuo atteggiamento, oppure avere relazioni più efficaci o, semplicemente, avere cambiamenti concreti.

Un buon proposito potrebbe essere iniziare una nuova dieta per avere una forma fisica ottimale, oppure trovare del tempo per se stessi (cosa che spesso diamo per scontato) e le persone a noi care. Qualsiasi cosa ti aiuti a stare meglio e ti dia maggiore vitalità e serenità alla tua quotidianità è un buon proposito.

uomo che scrive

Trasforma il tuo buon proposito in obiettivo

Scrivere un Buon Proposito è semplice. Prendi un foglio bianco, o un diario, una penna, e lasciati ispirare.

Pensalo come un obiettivo da raggiungere con una scadenza precisa. Una volta scritto custodiscilo in un posto segreto, in modo che, quando sarai sotto stress o andrai nella direzione sbagliata, rileggendolo riprenderai in mano la tua vita e la direzione che le vuoi dare.

Come scrivere un Obiettivo ben definito

L’obiettivo deve essere:

  • scritto in positivo e non contenere parole come non, no, mai più. Chiediti: Cosa desidero realmente? In che direzione voglio andare?
  • verificabile sensorialmente, significa che quando lo raggiungi te ne accorgi. Ad esempio se ti poni un obiettivo di lunga durata, 12 mesi, verifica cosa è cambiato nella tua vita da quando l’hai scritto ad oggi. Se mi accorgo che sto andando nella direzione sbagliata, niente paura! Mi fermo. Rifletto su cosa ho sbagliato o sto sbagliando. Cambio strategia e riparto dall’inizio senza ripetere gli errori. Chiediti: Cos’è cambiato in 12 mesi? Sto andando nella direzione giusta?
  • realizzabile autonomamente, ovvero deve dipendere da te.
  • ecologico, significa che devi assicurarti che l’obiettivo faccia bene a te, agli altri e all’ambiente. Questo significa che deve salvaguardare la tua identità, i tuoi valori, la tua salute, la tua famiglia, ecc. Un obiettivo non è ecologico se entra in conflitto con uno o più di questi elementi. Chiediti: l’obiettivo è in linea con me, i miei valori, le mie convinzioni? Quali conseguenze comporta raggiungere questo obiettivo nelle aree della mia vita?

Per formulare un ottimo obiettivo ti consiglio di seguire l’acronimo SMART:

S specifico, cioè essere più chiari possibili nella formulazione dell’obiettivo, sii il più specifico possibile, fai attenzione ai dettagli e descrivi in maniera precisa il risultato finale;

M misurabile, scrivi tutti i progressi che ottieni nel lavorare sul tuo obiettivo;

A ambizioso, deve essere raggiungibile e realizzabile, non qualcosa di impossibile o totalmente fuori dalla tua portata;

R realistico, deve essere importante e rilevante per te. Segui la tua visione;

T tempificato, scrivi la data entro la quale vuoi realizzare il tuo obiettivo. Senza una scadenza precisa e un tempo specifico per la sua realizzazione rimarrà solo un desiderio.

Definito cosa vuoi realizzare è ora di passare all’azione. Solitamente la motivazione inizia a scemare dal mese successivo. Inizi a trovare difficoltà nel gestire le influenze negative, di conseguenza la buona volontà diminuisce. La concentrazione sull’obiettivo inizia a calare e prendono il sopravvento gli impegni lavorativi e lo stress della vita quotidiana. Questo fa scattare l’ansia di non sapere gestire il tempo necessario.

Quali possono essere le influenze negative? I pensieri negativi possono sabotare la nostra mente, le persone che ci dicono ‘tanto non ce la puoi fare’, non gestire bene il nostro tempo e infine la nostra forza di volontà.

Cosa fare per mantenere intatta la forza di volontà? Innanzitutto non rimandare qualcosa credendo che domani avrai più tempo o voglia, così facendo stai solo sabotando la tua mente. Per mantenere alta la motivazione e, quindi, la forza di volontà hai bisogno di avere ben chiaro quello che vuoi ottenere, attendere i tempi giusti, alimentare le tue passioni per mantenere l’entusiasmo e la grinta.

donna al computer

Piano D’azione

Un altro consiglio efficace per mantenere intatta la forza di volontà è scrivere un Piano d’azione ovvero un insieme di azioni e regole organizzate nel tempo. Il piano d’azione aiuta in due modi:

  1. fissa nella nostra (labile) memoria gli impegni presi
  2. dà chiarezza mentale e la giusta motivazione.

Come si scrive un buon Piano d’azione?

Le fasi per elaborare un buon piano d’azione sono le seguenti:

– scrivi di pancia una lista di azioni inerenti all’obiettivo da raggiungere. Devono essere azioni concrete e realistiche;

– una volta scritte numera le azioni mettendole in ordine cronologico e sequenziale.

– individua quali possono essere gli strumenti e le competenze che ti servono. Per esempio se voglio correre una maratona mi serviranno le scarpe adatte per la corsa (strumento) e le giuste conoscenze (competenze). Poi le abilità personali per correre la maratona ad esempio una buona preparazione fisica;

– individua i giusti alleati che ti sostengano al raggiungimento dell’obiettivo. Ad esempio per affrontare una maratona, corri con un amico o un gruppo di podisti, in modo che possano aiutarti a raggiungere l’obiettivo. Gli alleati danno la giusta motivazione e aiutano ad essere costanti nell’allenamento.

– scrivi quali potrebbero essere gli ostacoli che incontrerai e come rimuoverli. Ad esempio, se stai seguendo una dieta per avere un fisico migliore un ostacolo importante è la fame improvvisa. Un sistema per evitarla è mangiare cibi che saziano nel lungo tempo come uno yogurt greco, frutti di bosco, uova, legumi, avena. Non saltare mai il pasto principale e fai spuntini fra un pasto e l’altro. Un altro ostacolo nella preparazione della maratona può essere il tempo: vento, pioggia, freddo. Si supera indossando un abbigliamento adeguato;

– pianifica le azioni e mettile a calendario con una scadenza precisa. Numera le azioni in ordine cronologico e stabilisci una data per farle. Questo metodo aiuta la mente a rimanere focalizzata sull’obiettivo. A volte può accadere di non rispettare la scadenza. Questo fa scattare ansia e pensieri negativi che distolgono la mente dal raggiungere dell’obiettivo.

Determinazione e focus permettono di rispettare le scadenze. È possibile utilizzando la giusta strategia. Saper gestire il proprio tempo è importante. La giornata è formata da 24 ore, 6/7 ore servono per un riposo adeguato, le altre ore possono essere usate per svolgere le singole azioni. Inizia a pianificare. Non rimandare.

Ogni volta che fai un passo verso il tuo obiettivo ed ottieni un risultato festeggia e premiati. In questo modo la motivazione salirà alle stelle. Ad esempio, se stai seguendo una dieta e sei dimagrito/a qualche chilo, compra un nuovo vestito e guardati allo specchio, questo ti darà la soddisfazione di aver raggiunto il tuo proposito.

Se al contrario, hai fallito, non scoraggiarti. Il fallimento è considerato un risultato. È una risorsa da cui poter capire dove sbagli e iniziare a correggere gli errori, così da essere più forte e consapevole.

In che modo si celebra il risultato? Basta farsi un piccolo regalo, ricevere i complimenti dai giusti alleati, o più importante condividere i propri obiettivi raggiunti.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here