Roberta Forcucci: MasterCap mi ha insegnato a lasciarmi andare e vivere le emozioni

548

Roberta è nata a Roma. Ha sempre lavorato in ambito sanitario, dal 2008 lavora presso l’Istituto Clinico “Porta Sole” come operatore socio-sanitario.

Presta la sua attività in sala operatoria dove si occupa dell’accoglienza e assistenza dei pazienti prima e dopo l’intervento chirurgico.

Si tratta di un’assistenza sia fisica che psicologica, in un momento particolarmente stressante per il paziente. Sono persone di tutte le età e con patologie molto diverse, più o meno gravi. È richiesta tanta sensibilità e flessibilità.

Grazie a MasterCap è riuscita ad affinare ancora di più queste caratteristiche ed essere ancora più d’aiuto ai pazienti e a chi le sta accanto.

Cos’è MasterCap per te?

È un percorso che aiuta a conoscere se stessi in profondità, ad amarsi, a migliorarsi, ad acquisire strumenti per essere d’aiuto agli altri, a comprenderli nella loro bellezza ed unicità. È una famiglia, un gruppo di pari, una filosofia di vita basata sulle 5 A:

Cosa ti ha portato a MasterCap?

Mio marito (Settimio Errighi) che aveva già fatto un’altra esperienza di crescita personale coinvolgendomi in questa di MasterCap. Per questo lo ringrazio tantissimo, anche se all’inizio ero un po’ scettica.

Cosa significa, invece, essere un MasterCap?

Significa far parte di una grande famiglia che non giudica, ma ti sostiene, ti sprona a tirar fuori il meglio di te, ad essere la versione più completa e meravigliosa. Per me è veramente un orgoglio farne parte.

Diventa Health Coach MasterCap

Cosa significa essere un Health Coach?

Vuol dire prendersi carico di chi ci chiede aiuto a 360^ gradi, sotto l’aspetto fisico-psichico-emozionale. Significa aiutarlo a conoscersi meglio, a tirar fuori le risorse che ha per poter raggiungere gli obiettivi che si prefigge, ad accompagnarlo, a scuoterlo, quando c’è bisogno, a dargli altri punti di vista, allenarlo ad essere felice ed appagato. Sono cose che ho provato prima su di me e nelle quali mi alleno sempre.

Qual è stata la tua trasformazione dal punto di vista personale, relazionale, professionale in questi due anni?

In questi due anni mi sento di aver fatto dei bei cambiamenti su me stessa. Ero una persona che voleva avere sempre tutto sotto controllo.

Oggi dico: “che fatica inutile! Quanto tempo perso. Quante corse. Quanto stress.”

Si perché, finalmente, mi sono resa conto che la cosa più importante sono io. Ho necessità di ritagliarmi del tempo per fare ciò che mi fa stare bene.

Ho imparato a delegare e non aspettarmi che ciò che ho delegato sia fatto come voglio io, ma come la persona che ho delegato è in grado di fare. Ho rimparato ad ascoltarmi e soddisfare i miei bisogni.

Ho lavorato sulla flessibilità, sul mostrare le mie emozioni e sul lasciarmi andare. Tutto questo ha avuto un impatto positivo sulle relazioni interpersonali e sul lavoro creando più empatia. Il sentire ciò che sente l’altro è un qualcosa di meraviglioso.

Quali sono stati gli ostacoli trovati durante questo percorso?

Mi sono resa conto che i più grossi ostacoli da superare sono stati i miei autosabotaggi iniziali. Le mie credenze e convinzioni limitanti. Le esperienze che ho affrontato durante questi due anni come la maratona, il libro e Survival Emotional Camp.

Per quanto riguarda la maratona, non avevo mai corso in vita mia se non durante l’ora di educazione fisica, così si chiamava ai miei tempi, poi ne ho corse due.

Il libro da scrivere, a scuola mi diceva la professoressa d’italiano che ero troppo ermetica e oggi ho pubblicato un libro.

Il Survival Emotional Camp di 5 giorni, mi ha dato l’opportunità di lavorare sulle mie emozioni scoprendo nuove cose su di me. Sono tutte prove che ho portato a termine senza grossi problemi. Anzi, mi hanno dato una consapevolezza delle mie capacità, potenzialità e risorse infinite che ho. Meraviglioso! Certo, è stato un percorso graduale, ma abbastanza costante.

Una volta individuato l’obiettivo e il come raggiungerlo tutto è stato più fluido, non dico facile. Il messaggio che posso dare è: non mollate mai! Potete raggiungere grandi obiettivi.

Non accontentatevi! Meritate di essere felici.

Quali lezioni hai imparato in questi due anni?

Ho imparato che bisogna fare ciò che ci fa stare bene, che è importante organizzare il tempo per dedicarsi a ciò che ci piace, ci rilassa e, soprattutto, ora so che se mi prefiggo di raggiungere un obiettivo, una volta pianificata la strategia, non c’è nulla che mi possa impedire di fare in modo che diventi un bellissimo risultato!

Oggi sono più consapevole e so che con gli strumenti appresi durante MasterCap posso aiutare, se me lo chiedono, anche altre persone a migliorarsi e raggiungere i propri obiettivi.

Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

Il mio obiettivo nei prossimi anni è approfondire ciò che ho imparato come Health Coach. Fare in modo che il bagaglio di conoscenze ed esperienze acquisito, mi aiuti a fare la differenza nella vita degli altri e a diventare una professionista dello “stare bene” a 360^. Si perché è questo che voglio per me. Questo è il mio scopo.

__________________________________

Nel nostro nuovo gruppo Facebook #ZEROSCUSE potrai trovare:

  • post d'isprirazione per imparare a smettere di raccontari scuse;
  • video dirette in risposta proprio ai tuoi commenti ;
  • webinar direttamente visibili dalla pagina;
  • molto altro ancora.
  • Scopri tutti i nostri percorsi online:

  • Per la tua crescita personale, scopri di più su Crea Il Tuo Nuovo Inizio.
  • Per la tua crescita professionale, scopri di più su Top 10 Skills.
  • Se desideri intraprendere un percorso meditativo, scopri di più su Le Meditazioni quantike e Il Tuo Anno Quantiko
  • Se sei un genitore o insegnante di ragazzi adolescenti, migliora la tua comunicazione con loro, grazie ad A un Passo Da Te
  • Se desideri intraprendere un percorso per risvegliare l’Energia Femminile, scopri di più su Il Sacro cerchio di Sorellanza.
  • Per informazioni su MasterCap, 1° master in Health Coaching ad Alto Potenziale: https://hcmastercap.academy/

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here