Vuoi essere felice? 9 consigli per gioire ora

1495
donna felice

Quante volte nella tua quotidianità ti capita di vedere gente litigare? Per un parcheggio, per una mancata precedenza, per gelosia tra partner o colleghi o amici. I motivi possono essere diversi. Seri o futili poco importa.

I litigi fanno parte della nostra quotidianità e questo perché, in fondo, spesso si è infelici della propria routine. Non si riesce a vedere il bello, o la positività, delle cose. Scopriamo insieme come poter cambiare questa sensazione ed essere più felici.

La dichiarazione d’indipendenza americana del 4 luglio del 1776 riconosce il diritto alla felicità sostenendo che “A tutti gli uomini è riconosciuto il diritto alla vita, alla libertà e al perseguimento della felicità”.

Ma cos’è la felicità?

Dare una definizione unitaria di felicità è difficile. Questo perché il più delle volte viene intesa come uno stato d’animo positivo di chi ha soddisfatto i propri desideri.
A questo punto sorge spontanea la domanda: “Quindi la felicità equivale ad una vita senza problemi?” Assolutamente no!

La felicità è accettare e amare i propri problemi ed i propri limiti. Così facendo si finisce per amare se stessi così come si è, in tutto e per tutto. La cosa più bella che possa esserci è essere in grado di amare profondamente se stessi per poi donare agli altri e al mondo questo amore.

Come essere felici?

La felicità parte dalle piccole cose della vita quotidiana. Quante volte ti sei fermato a ringraziare e provare gratitudine per ciò che hai?

Per il fatto di avere un tetto sulla testa, del cibo in tavola, l’acqua calda, per avere la possibilità di svegliarti la mattina, per avere una persona con cui poter parlare o anche solo l’amore di un animale che ti fa compagnia.

La felicità parte dal cambiamento di approccio nel vivere la tua quotidianità. Ecco qualche consiglio da cui cominciare:

  1. Ringrazia: fallo la mattina quando ti alzi dal letto. Fallo anche solo per il fatto di aver visto l’inizio di un nuovo giorno e per quello che hai;
  2. Godi: di ciò che hai, di ciò che per te è più significativo;
  3. Gratificati: tutto ciò che hai raggiunto te lo sei sudato. Guarda i risultati ottenuti e sentiti soddisfatto di chi sei diventato. Riparti da ciò che sei ora per evolvere e diventare chi vorresti essere;
  4. Guardati dentro: impara a conoscerti. Passa del tempo con te stesso e comprendi quelli che sono gli schemi che stanno dietro ai tuoi comportamenti;
  5. Vivi: le tue emozioni sono importanti non reprimerle. Se non sono funzionali cerca di capire cosa c’è alla base e riparti da lì;
  6. Alimenta: quelli che sono i rapporti con le persone per te più importanti e ricordati di comunicargli i sentimenti che provi per loro, soprattutto non darli per scontati;
  7. Ama: te stesso in primis. Prenditi del tempo da solo con i tuoi pensieri, fa quelle cose che sai essere funzionali al tuo benessere e circondati di coloro che ti spronano e ti sostengono sono alleati fondamentali;
  8. Sorridi: è il miglior modo per cominciare la giornata ed è il modo migliore per liberare endorfine. Queste ultime sono definite l’ormone del benessere e sono fondamentali, tra le altre cose, per la regolazione del sonno, il controllo dell’appetito e la tolleranza al dolore;
  9. Fai ciò che ti rende felice.

Roberto Benigni nei “Dieci Comandamenti” disse: “La felicità cercatela, tutti i giorni, continuamente. Chiunque mi ascolta ora si metta in cerca della felicità. Ora, in questo momento stesso, perché è lì. Ce l’avete. Ce l’abbiamo. Perché l’hanno dato in regalo, in dote. Ed era un regalo così bello che l’abbiamo nascosto come fanno i cani con l’osso che lo nascondono. E molti di noi lo fanno così bene che non si ricordano dove l’hanno messo. Ma ce l’abbiamo, ce l’avete. Guardate in tutti i ripostigli, gli scaffali, gli scomparti della vostra anima. Buttate tutto all’aria. Vedete che esce fuori. C’è la felicità. Ed anche se lei si dimentica di noi, noi non ci dobbiamo mai dimenticare di lei. Non bisogna mai aver paura di morire ma di non cominciare mai a vivere davvero.

Quello che vorrei trasmetterti è che la felicità parte davvero dalle piccole cose. Puoi vedere gente che non ha nulla ed è felice. Sii grato e gioisci per quello che hai.

Probabilmente ti sarà capitato di aver parlato, o anche solo di letto, testimonianze di persone con qualche problema di salute, più o meno grave, che comunque affrontano la malattia con il sorriso. Con la gratitudine nel cuore per ciò che hanno e per ciò che hanno vissuto. Quel sorriso che rivolgono alla vita è di grande aiuto a loro in primis e anche a coloro che gli stanno accanto. Quel sorriso e quella gratitudine sono vita.

__________________________________

Nel nostro nuovo gruppo Facebook #ZEROSCUSE potrai trovare:

  • post d'isprirazione per imparare a smettere di raccontari scuse;
  • video dirette in risposta proprio ai tuoi commenti ;
  • webinar direttamente visibili dalla pagina;
  • molto altro ancora.
  • Scopri tutti i nostri percorsi online:

  • Per la tua crescita personale, scopri di più su Crea Il Tuo Nuovo Inizio.
  • Per la tua crescita professionale, scopri di più su Top 10 Skills.
  • Se desideri intraprendere un percorso meditativo, scopri di più su Le Meditazioni quantike e Il Tuo Anno Quantiko
  • Se sei un genitore o insegnante di ragazzi adolescenti, migliora la tua comunicazione con loro, grazie ad A un Passo Da Te
  • Se desideri intraprendere un percorso per risvegliare l’Energia Femminile, scopri di più su Il Sacro cerchio di Sorellanza.
  • Per informazioni su MasterCap, 1° master in Health Coaching ad Alto Potenziale: https://hcmastercap.academy/

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here